• info@mbs-technology.it
  • Via A. De Gasperi, 11, 25030 Zocco BS

Certificazione MOCA, cos’è e perché e così importante per le aziende?

Cos’è il MOCA?

MOCA rappresenta l’acronimo di Materiali e Oggetti a Contatto con Alimenti. Si tratta di una Dichiarazione di Conformità, una certificazione indispensabile per garantire la presenza ed il rispetto dei requisiti obbligatori riguardo il delicatissimo tema dell’igiene nella filiera alimentare e non solo.

Ad oggi il tessuto normativo che regolamenta questa certificazione è ancora molto complesso, MBS TECHNOLOGY S.R.L. ha scelto di essere affiancata da un team di consulenti specializzati e questo ulteriore sforzo organizzativo ha permesso al processo produttivo di essere analizzato e valorizzato al meglio, tanto da ottenere il massimo delle linee di produzione certificate.

Vediamo ora nel dettaglio di cosa si tratta e approfondiamo qualche notizia in più circa la Certificazione MOCA e come poterla ottenere per la propria azienda.

Quali prodotti MOCA devono essere registrati nella scheda tracciabilità Moca?

I Materiali e gli oggetti che possono essere inclusi nella certificazione MOCA sono davvero tantissimi ed appartenenti a categorie eterogenee, rientrano infatti tutti i contenitori, gli imballaggi ed i materiali avvolgenti impiegati nell’industria alimentare, ma non tutti sanno che per una qualità totale del processo l’intera filiera andrebbe certificata.

Da sempre al fianco di grandi aziende, MBS TECHNOLOGY S.R.L. è abituata a ragionare in termini di qualità totale ed è per questo che ha provveduto a certificare secondo gli standard MOCA l’intero processo di cromatura dura a spessore di componenti metalliche destinate ad essere impiegate come componenti di macchinari, impianti ed attrezzature a loro volta certificate MOCA.

Sono soggetti a certificazione MOCA tutti i prodotti:

  • Che per loro natura verranno impiegati a contatto con prodotti ad uso alimentare
  • Che vengono quotidianamente a contatto con prodotti alimentari e non possono essere impiegati diversamente o sostituiti
  • Che potrebbero ragionevolmente venire a contatto con alimenti o prodotti alimentari durante il loro impiego
  • Che durante le loro normali condizioni di utilizzo possano migrare del materiale contaminante agli alimenti con i quali vengono a contatto.

Come ottenere la certificazione Moca?

Di seguito la spiegazione dell’iter completo seguito da MBS TECHNOLOGY S.R.L. per ottenere la certificazione dell’intero processo di cromatura dura a spessore. Siamo certi che possa essere d’aiuto per iniziare a comprendere a pieno la necessità di orientarsi verso la Dichiarazione di Conformità MOCA poiché si tratta di un protocollo standard che in fase di consulenza iniziale viene adeguato alle esigenze specifiche di ogni azienda.

La prima regola è scegliere il partner più giusto per la tua azienda, MBS TECHNOLOGY S.R.L. ha scelto con cura la società di consulenza assieme alla quale intraprendere il percorso di formazione circa la conformità MOCA, lasciandosi accompagnare ad ogni step fino al raggiungimento della Certificazione.


L’iter inizia con una Valutazione Iniziale che permette all’azienda di comprendere a pieno il proprio potenziale attraverso un’analisi esterna ed imparziale di ogni attività produttiva.

Successivamente a questa fase, trattandosi di un’azienda coinvolta nella produzione di componenti destinate al contatto con alimenti, vengono impostate le procedure che conducono ai test di migrazione effettuati in collaborazione con laboratori accreditati.

L’esecuzione delle prove specifiche è ovviamente il passaggio più delicato: vanno testate tutte le lavorazioni di cromatura dura a spessore di componenti metalliche, destinate ad essere impiegate come componenti in macchinari, impianti ed attrezzature MOCA.


Affidando al proprio consulente di fiducia l’onere di interfacciarsi con i laboratori, l’azienda è libera di concentrarsi su quali modifiche ed integrazioni apportare basandosi sui report finali.

Una volta ottenuto i report definitivi delle prove di migrazione necessarie si arriva alla validazione delle fasi produttive coinvolte attraverso la certificazione delle lavorazioni svolte.

Sulla scorta dei risultati viene redatta la dichiarazione di conformità MOCA ed il manuale MOCA specifico per l’azienda, in base al quale viene improntata la formazione interna del personale. Tale preparazione riguarda operatori, supervisori e talvolta arriva a coinvolgere lo stesso titolare dell’azienda, in modo tale da rendere l’organizzazione aziendale autonoma nella gestione delle procedure necessarie a garantire la bontà del processo e la qualità degli articoli realizzati.


Infine vengono presentati i documenti agli enti incaricati del censimento delle aziende certificate MOCA.

Dichiarazione MOCA: chi deve farla e chi deve riceverla?

Tutte le attività coinvolte nei processi di realizzazione di articoli che vanno a contatto con gli alimenti devono essere in possesso della certificazione di conformità MOCA

In particolare, la certificazione MOCA riguarda le aziende che producono, importano, trasformano e/o distribuiscono in prodotti destinati all’uso alimentare. Tali attività possono essere sintetizzate in 6 categorie, ognuna capace di descrivere una fase specifica della filiera:

  • I produttori, i trasformatori e/o i distributori di oggetti MOCA, inclusi gli importatori che operano nell’Unione Europea
  • I produttori, i trasformatori, gli importatori e distributori di oggetti ad uso alimentare come ad esempio posate e contenitori;
  • I produttori, i trasformatori, gli importatori e distributori di utensili da cucina destinati alla preparazione e trasformazione di alimenti attraverso l’uso di fonti di calore, dirette o indirette. Sono un esempio di questa categoria le tazze, i piatti, le caffettiere e le pentole.
  • I produttori, i trasformatori, gli importatori e distributori di avvolgenti e imballaggi per alimenti;
  • I produttori, i trasformatori, gli importatori e distributori di macchinari o di parti di macchinari che per loro natura svolgono la loro funzione a diretto contatto con gli alimenti. In questa categoria troviamo ad esempio attrezzatura ad uso domestico come le macchine da caffè e tutti i loro componenti interni: filtri, serbatoi, tubi, snodi e valvole.
  • I produttori, i trasformatori, gli importatori e distributori di macchinari o di parti di macchinari impiegati nella filiera produttiva come erogatori di prodotti alimentari o ad uso alimentare.

La Dichiarazione di Conformità MOCA riguarda l’intera filiera e viene richiesta anche ai produttori dei materiali che vengono impiegati nella produzione degli oggetti ad uso alimentare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.